Il nostro catalogo

Home » Prodotti » Dante, sesso ed eresie
Postille alla Commedia

Dante, sesso ed eresie
Postille alla Commedia

 13.00

Pagine: 192
Prima edizione: marzo 2016
ISBN: 978-88-99575-05-2

Categoria: Tag:

Descrizione

Dante, sesso ed eresie non è titolo ad effetto
ma sobria anticipazione dei contenuti.

Il libro parla infatti di Dante e della sua forza poetica. Indaga le sue eresie, dalla controversa adesione al credo cataro a quella dei due soli. Non trascura l’intensa e diversificata attività sessuale del poeta che, ben inteso, non riguarda Beatrice, unica relazione assolutamente casta.
Il filo rosso che lega i capitoli è l’intenzione di proporre nuovi punti di vista. Prendiamo ad esempio il caso di Cunizza da Romano, sorella di Ezzelino, escort d’alto bordo, per nulla pentita della sua professione, anzi orgogliosa. Tuttavia gloriosamente beata in Paradiso: scopriremo che l’insolita presenza è legata alla questione catara.
Secondo l’autore Dante è sempre stato cataro, ma in momenti diversi della sua vita ha declinato tale adesione in modi diversi. Al tempo della Commedia dimette il giovanile abito settario e persegue gli ideali catari profetizzando l’imminente ritorno della Chiesa di Roma all’antica purezza, per opera del Veltro e con il favore degli astri che annunciano il lieto evento “senza sbarro”. E anche questo andava detto: l’altissimo poeta credeva fermamente negli oroscopi.
L’autore non va lontano per cercare argomenti a sostegno delle sue tesi. Li cerca e li trova nelle parole stesse di Dante, lette naturalmente con attenzione e occhio snebbiato.
Il libro non parla solo della questione catara. C’è molto altro, ma ciò che subito vi colpirà è la scrittura diretta e stringente, lontana dai modi autoreferenziali e cattedratici della critica letteraria.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Dante, sesso ed eresie
Postille alla Commedia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *